Condividi su facebook
Condividi su twitter

Giugno 2010 e altro

di

Data

Cinema-tv : Corto Dorico Narrativa: “Fantareale slam!” sul libro fantastico, Lama e trama, Tartufo d’oro, Ridi che ti passa, Premio Francesco Gelmi, Scrivere il memoir Poesia: Mario Tobino Teatro: Per voce...
  • Cinema-tv : Corto Dorico
  • Narrativa: “Fantareale slam!” sul libro fantastico, Lama e trama, Tartufo d’oro, Ridi che ti passa, Premio Francesco Gelmi, Scrivere il memoir
  • Poesia: Mario Tobino
  • Teatro: Per voce sola
  • Giornalismo:

 

CINEMA-TV

NASTRI D’ARGENTO: il Festival Corto Dorico, a partire dall’edizione 2010, entra nel ristretto novero dei festival  segnalatori dei cortometraggi italiani candidabili per i premi Nastri D’Argento.
Anche per il 2010 Corto Dorico può contare sul contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Generale per il Cinema.

A tale proposito, si comunica che sono aperte le iscrizioni a:

1) Concorso per cortometraggi Corto Dorico
Giunto alla settima edizione, Corto Dorico apre le iscrizioni 2010 e invita tutti i registi e videomakers a partecipare. Scadenza per l’invio delle opere: 30 settembre 2010. Iscrizioni solo da www.cortodorico.it

SEZIONE “TEMA LIBERO” – Primo premio: 2.000 euro
Dopo l’edizione 2009 vinta da LA PREDA di Francesco Apice, che ha visto presidente della giuria Edoardo Winspeare affiancato da Valentina Carnelutti e Steve Della Casa, Corto Dorico intende confermarsi anche nel 2010 come una delle più importanti vetrine del cortometraggio italiano. Con quasi 100 operatori ospiti di Corto Dorico, l’edizione 2009 del festival del cortometraggio di Ancona ha rappresentato una grande occasione di incontro tra registi, produttori, giornalisti, istituzioni ed operatori del settore.

SEZIONE SOCIALE – TEMA: “ISTRUZIONE PER L’USO” – Primo premio: 2.000 euro
Anche l’edizione 2010 di Corto Dorico affronterà le tematiche sociali legate agli Obiettivi del Millennio, dedicando l’apposita sezione sociale ad uno dei temi fondamentali posti dai Millennium Development Goals stabiliti dall’ONU, quello dell’istruzione. Possono quindi partecipare tutte le opere audiovisive inerenti il tema dell’istruzione.

Durata massima (e inderogabile) delle opere: 20 minuti

Bando e iscrizioni: www.cortodorico.it

2) Concorso per progetti cinematografici CortoPro2010

Hai un progetto di fiction o animazione (corto o serie tv) o un progetto di documentario (di qualsiasi durata) E CERCHI UN PRODUTTORE? ALLORA PUOI PARTECIPARE A CORTOPRO2010, il matchmaking tra autori e produttori realizzato da Corto Dorico, giunto alla seconda edizione, che mette in palio anche 3.000 euro e un workshop gratuito di due giorni per ottimizzare la presentazione delle proprie idee. Dei 7 finalisti di CortoPro2009, almeno 3 hanno poi avuto concrete occasioni di lavoro e crescita professionale. Scadenza iscrizioni: 30 settembre 2010. Info su www.cortopro.it

Scadenza 30 settembre 2010

 

NARRATIVA

“FANTAREALE SLAM!” SUL LIBRO FANTASTICO

Il numero di pagine di questo libro è infinito. Nessuna è la prima, nessuna è l’ultima.
Da Il libro di sabbia di Jorge Luis Borges

La scuola di scrittura Omero e il Pisa Book Festival (http://www.pisabookfestival.com/) organizzano un concorso letterario sul racconto breve fantastico che abbia il libro come protagonista. Il concorso si svolgerà in due fasi. Nella prima verranno selezionati 8 racconti finalisti tra tutti quelli inviati a Scuola Omero fino al 30 settembre 2010. Nella seconda, il 22 ottobre 2010, il pubblico e la giuria del Pisa Book Festival assegneranno i premi finali al termine di una gara tra gli 8 finalisti.

Nei racconti in concorso le pagine, i personaggi, le parole e le immagini di un libro potranno animarsi e partecipare alla storia e alla vita di chi ne entra in possesso. Protagonisti dei racconti in concorso potranno essere libri cartacei, ma anche iBook visto che il genere da narrare è fantastico, ma soprattutto fantareale. La scommessa cioè è quella di trovare nel genere fantastico tradizionale forti punti di contatto con la realtà che viviamo in cui il libro, per la prima volta da Gutenberg, sembra smaterializzarsi e “scompaginarsi” con tutto quello che ne consegue dal punto di vista della lettura e dei sensi.

Regolamento del “Fantareale slam!”

La prima fase del concorso
La prima fase prevede l’invio tramite mail a fantareale@omero.it del racconto in concorso entro la mezzanotte del 30 settembre 2010. Il racconto deve essere inedito, cioè non deve essere stato pubblicato in un libro e neanche su siti web, blog o in altre forme editoriali. Il racconto in concorso non deve durare più di 5 minuti alla lettura orale perché nella fase finale dello slam i racconti selezionati verranno letti in pubblico. L’iscrizione è gratuita e aperta a tutti. Si può gareggiare con un solo racconto. Nella mail di invio del racconto l’autore deve scrivere il nome e il cognome e un recapito telefonico per poter essere contattato in caso di selezione alla fase finale. Gli 8 racconti finalisti saranno selezionati da Omero Editore che pubblica la collana Fantareale, curata Enrico Valenzi. Gli 8 racconti parteciperanno al “Fantareale slam!” che si svolgerà durante il Pisa Book Festival, la fiera dell’editoria indipendente.

La seconda fase del concorso
Gli 8 racconti finalisti dovranno essere letti dagli stessi autori venerdì 22 ottobre, dalle ore 18, di fronte al pubblico e alla giuria del Pisa Book Festival. Prima di iniziare la gara i maestri di cerimonia effettueranno l’estrazione di due gironi da 4 concorrenti l’uno e annunceranno al pubblico il nome o lo pseudonimo di ciascun autore in ordine di estrazione. Il tempo a disposizione per ogni esibizione è di non oltre 5 minuti (superati i quali verranno scanditi altri dieci secondi dai maestri di cerimonia e poi scatterà la squalifica). Il tempo sarà calcolato dal momento in cui inizierà la vera e propria lettura. Gli autori partecipanti non dovranno utilizzare musica, luci e abbigliamento particolari. I concorrenti del primo girone leggeranno uno dopo l’altro il loro racconto in ordine di estrazione. Alla fine delle prime quattro letture, il pubblico voterà per alzata di mano proclamando il vincitore del girone. La stessa cosa accadrà per il secondo girone. Alla fine si avranno due finalisti che leggeranno di seguito il loro racconto. Il pubblico voterà sempre per alzata di mano e proclamerà il vincitore del “Fantareale slam!”, al quale andrà il Primo Premio. Al concorrente sconfitto in finale andrà il Secondo Premio, mentre al termine delle votazioni verrà assegnato un Premio della Giuria, guidata da un critico o da un giornalista culturale.
In caso di pareggio tra due o più giocatori, avverrà una gara di incipit fantareali sul tema della serata: in cinque minuti, i giocatori in parità dovranno scrivere un incipit fantareale e poi lo leggeranno per essere di nuovo sottoposti al giudizio del pubblico. Se uno o più degli 8 concorrenti selezionati alla fase finale rinunceranno a partecipare saranno sostituiti da altri concorrenti in ordine di graduatoria decrescente.

I premi
L’autore del racconto più votato dal pubblico riceverà un premio in denaro di € 500,00.
Il secondo classificato vincerà un premio di  € 250,00.
Il premio della giuria sarà di € 150,00.

Per info fantareale@omero.it

Scadenza 30 settembre 2010

LAMA E TRAMA 

Articolo 1
La Città di Maniago e la Provincia di Pordenone, in collaborazione con Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Slow Food, Consorzio Coltellinai Maniago e Associazione Pro Maniago, bandiscono l’ottava edizione del concorso letterario
Lama e trama per racconti di genere giallo/noir. La partecipazione è gratuita e aperta a tutti i cittadini italiani, europei, extraeuropei, senza limiti di età. Il tema del concorso è legato ai prodotti che caratterizzano l’industria e l’artigianato di Maniago, denominata “Città delle Coltellerie”. I fabbri maniaghesi sin dalla seconda metà del 1400 hanno coltivato e perfezionato un’abilità particolare nel forgiare il metallo, dando forma a coltelli, utensili per contadini e boscaioli, nonché spade e altre armi per le truppe della Serenissima Repubblica di Venezia. Questa tradizione si protrae tuttora e porta Maniago a primeggiare nel mondo per la sua qualificata produzione.

Articolo 2
I racconti dovranno rientrare nel genere giallo/noir, e per sviluppare l’intreccio della narrazione dovranno ispirarsi esclusivamente a lame e/o armi e oggetti da taglio. Il racconto dovrà essere inedito e in lingua italiana. Ogni autore potrà partecipare con un solo racconto, che dovrà pervenire in 5 copie entro e non oltre il giorno 3 settembre 2010 (farà fede la data del timbro postale) al seguente indirizzo: Comune di Maniago, Concorso Lama e trama – P.zza Italia 18 – 33085 Maniago. L’organizzazione non risponderà a richieste circa l’arrivo dei plichi. È consigliato l’invio a mezzo raccomandata A.R. Sulla busta potranno essere riportate le generalità del mittente, ma solo per agevolare l’eventuale restituzione dovuta a disguidi postali. Per garantire l’anonimato dei racconti l’organizzazione provvederà a estrarre i materiali dalla busta e a distruggere la medesima.

BANDO DI CONCORSO SEZIONE RACCONTO
In collaborazione con – Regione Friuli Venezia Giulia, Provincia di Pordenone, Consorzio Coltellinai Maniago, Convivium Slow Food di Maniago * Segreteria organizzativa – E biblioteca@maniago.it +39 0427 707223 PROMOTORE – Città di Maniago C i t t à d e l l e c o l t e l l e r i e

Articolo 3
Il testo del racconto dovrà avere una lunghezza massima di 14.400 battute spazi inclusi. Il racconto dovrà essere stampato o dattiloscritto su carta formato A4. Le copie del racconto dovranno essere anonime, e recanti vicino al titolo un codice scelto dall’autore. Codice e titolo dovranno essere ripetuti su una busta chiusa, da inviarsi unitamente al racconto, che dovrà contenere al suo interno il modulo di partecipazione allegato in calce al presente regolamento o comunque scaricabile dal sito internet www.lamaetrama.it. Il modulo dovrà essere sottoscritto e compilato in ogni sua parte.

Articolo 4
I racconti che non rispettano le caratteristiche richieste saranno esclusi dal concorso, senza alcun obbligo di comunicazione da parte dell’organizzazione. In nessun caso, i racconti saranno restituiti. Saranno esclusi dal concorso anche i racconti che dovessero pervenire privi del modulo di partecipazione debitamente compilato e firmato.

Articolo 5
La giuria dell’edizione 2010 è composta da: Lucia Tilde Ingrosso (scrittrice) Enrico Pandiani (scrittore) Nicola Verde (scrittore).

Articolo 6
A insindacabile giudizio della giuria, saranno assegnati i seguenti premi: – al 1° classifi cato: premio in denaro del valore di 1.000 euro, trofeo Lama e trama e un coltello artigianale realizzato dai maestri coltellinai maniaghesi; – a ciascuno degli autori delle 2 opere segnalate ex aequo: premio in denaro del valore di 500 euro e un coltello artigianale realizzato dai maestri coltellinai maniaghesi. Il premio speciale Lama (forchetta) e trama sarà assegnato da Cinzia Scaffi di dell’Associazione Slow Food a un racconto che, oltre alle caratteristiche regolamentari, presenti elementi inerenti il cibo e la cultura gastronomica. La partecipazione al premio speciale va espressamente indicata nel modulo, alla voce apposita. I racconti partecipanti non saranno inclusi nella classifi ca generale del concorso. Il vincitore riceverà un premio di euro 500 off erto dalla condotta dello Slow Food di Maniago e un coltello artigianale realizzato dai maestri coltellinai maniaghesi. Il premio speciale garantirà inoltre la pubblicazione del racconto nell’antologia annuale. Tutti i premi sono al netto delle ritenute fi scali.

Articolo 7
I vincitori verranno contattati telefonicamente e a mezzo telegramma con almeno una settimana di anticipo rispetto alla data della premiazione. Il premio dovrà essere ritirato personalmente dai vincitori o – in caso di impossibilità – da un familiare o da persona di fi ducia munita di delega scritta.

Articolo 8
L’organizzazione non è tenuta a comunicare ai partecipanti le valutazioni della giuria sulle opere in concorso. Non saranno prese in considerazione richieste di giudizi o pareri. L’organizzazione divulgherà esclusivamente i nomi degli autori e i titoli dei racconti premiati, oltre ai nomi degli autori e i titoli dei racconti che la giuria segnalerà come meritevoli di pubblicazione nell’antologia del premio.

Articolo 9
La premiazione avrà luogo a Maniago nel mese di ottobre 2010.

La/il sottoscritto
nato a
il
residente a
in via
numero civico
codice fi scale
e-mail
telefono
Chiede di partecipare
al premio Lama e trama sezione Racconto
al premio speciale Lama (forchetta) e trama
Con il racconto dal titolo
Contrassegnato dal codice
– Allo scopo, dichiara di accettare espressamente tutti gli articoli del regolamento.
– Garantisce di essere unico titolare dei diritti dell’opera suddetta.
– Acconsente, in caso di vittoria o di richiesta della giuria, che la suddetta opera sia pubblicata nell’ambito dell’antologia annuale del premio.
– È consapevole che tale pubblicazione sarà a titolo gratuito.
– Acconsente al trattamento dei dati fi nalizzato unicamente all’invio di informazioni sulle iniziative di Lama e trama, con la garanzia che i dati non saranno in nessun caso ceduti a terzi, né trattati per fi ni commerciali.
Data
Firma
MODULO DI PARTECIPAZIONE

Scadenza 3 settembre 2010

IL TARTUFO D’ORO

Il Comune di Bagnoli Irpino (AV) con l’Alto Patrocinio della Presidenza della Repubblica,con il patrocinio della Regione Campania, della Provincia di Avellino e dell’Ente Provinciale del Turismo, indice la prima edizione del Premio Letterario Nazionale “TARTUFO D’ORO”.

Il Premio si articola in due sezioni:

Sezione A -NARRATIVA INEDITA Si partecipa inviando un racconto, una novella, una fiaba che abbia come tematica il tartufo. I componimenti dovranno essere contenuti in 10 cartelle dattiloscritte. – Sezione B – GIOVANI AUTORI Si partecipa inviando un racconto, una novella, una fiaba che abbia come tematica il tartufo. I componimenti dovranno essere contenuti in 5 cartelle dattiloscritte e potranno essere accompagnati da illustrazioni. In questa sezione potranno concorrere ragazzi compresi fra i 12 e i 18 anni.

Partecipazione Possono partecipare al concorso tutti gli autori italiani che presentino esclusivamente opere di propria creazione, inedite e mai premiate. Per opera inedita s`intende mai pubblicata su libri, giornali o riviste, mentre per opera mai premiata s`intende che non sia mai stata classificata nelle prime tre posizioni di altro concorso letterario.

Modalità di partecipazione

Le opere dovranno pervenire entro il 09 ottobre 2010 al seguente indirizzo: Assessorato alla Cultura del Comune di Bagnoli Irpino, via Roma, 19 – 83043 Bagnoli Irpino (AV).Per tutte le sezioni, i partecipanti dovranno inviare ciascuna opera redatta in cinque copie dattiloscritte su fogli formato A4. Soltanto una delle copie dovrà recare la firma e tutti i dati dell`autore (nome, cognome, indirizzo completo di C.A.P., recapiti telefonici e/o indirizzo di posta elettronica). Le altre quattro copie, pena esclusione, dovranno risultare prive di firma o sigla e assolutamente anonime.

Non saranno accettate opere presentate in modo difforme da quanto specificato. Il materiale inviato non sarà restituito.

Si intende che, con la partecipazione al Premio, gli autori implicitamente accettano tutte le clausole del presente regolamento e dichiarano che le opere sono di loro esclusiva creazione, inedite e mai premiate. Accettano altresì la pubblicazione senza compenso e senza aver nulla a pretendere come diritti d`autore delle proprie opere. La proprietà letteraria delle opere rimane sempre e in ogni caso dell`autore.Quota di partecipazione

Non è prevista quota di partecipazione per la Sezione B “Giovani autori”

– per la Sezione A “Narrativa inedita” la quota di partecipazione è di €. 15,00.

Essa potrà essere versata sul c/c postale n° 12962833 intestato a Comune di Bagnoli Irpino Av) – Servizio Tesoreria – indicando nella motivazione: “Partecipazione Premio Letterario “ Tartufo d’oro”. L`attestazione del versamento dovrà pervenire insieme alle opere

Privacy Informativa sulla privacy (Art. 13 D.Lgs. 30.6.03 n° 196)

Il bando di concorso è finalizzato all`assegnazione di un premio di carattere artistico. I dati raccolti vengono utilizzati esclusivamente ai fini dell`espletamento del concorso e delle successive attività di pubblicazione dei lavori.

Giuria

La giuria, che sarà resa nota all`atto della premiazione, e` formata da cinque autorevoli esperti per la narrativa. Il suo giudizio e` insindacabile. I membri della giuria scelgono, per ciascuna sezione del concorso: – L`opera vincitrice;

– Le due opere meritevoli di menzione d` onore; – Le opere segnalate, in numero deciso dalla giuria. La Giuria potrà deliberare l`istituzione di riconoscimenti particolari fuori concorso. Il verbale di giuria sarà inviato all`Annuario dei Vincitori dei Premi Letterari per la permanente pubblicazione in internet (www.literary.it). I risultati saranno tempestivamente comunicati agli autori vincitori e segnalati. Non è prevista la comunicazione diretta dei risultati agli altri autori partecipanti.

Premi Sezione A “Narrativa inedita” Per il vincitore: Trofeo, assegno di € 2.000,00 Per il secondo classificato, assegno di € 1.000,00 Per il terzo classificato assegno di € 500.00 – Sezione B “Giovani autori” Per il 1° classificato: libri più gadget Per il 2° classificato: libri Per il 3° classificato: gadget Premiazione La premiazione e` prevista per il giorno 24 ottobre 2010 presso la sala consiliare ex Chiesa di S. Caterina di Bagnoli Irpino. Tutti i partecipanti al concorso sono fin d’ora invitati.

Gli autori che interverranno potranno ritirare l’attestato di partecipazione. I premi non ritirati personalmente dai vincitori o dai segnalati non saranno assegnati e resteranno a disposizione dell’organizzazione.

Ufficio informazioni: Biblioteca Comunale “S. Pescatori” Via Garibaldi, 37 83043 Bagnoli Irpino (Av) Telefono e fax 0827 62317 e-mail bibliopesca@tiscali.it Orari: dal lunedi al venerdi dalle ore 8.30 alle 13.30

il martedi ed il giovedi anche dalle 16.00 alle 18.00

Scadenza 9 ottobre 2010

RIDI CHE TI PASSA

Art. 1. (Oggetto) Unilibro (www.unilibro.it), la più grande libreria online, in collaborazione con Libri su Libri (www.librisulibri.it), blog di informazione sul mondo dell’editoria cartacea e digitale, promuove il primo Concorso Letterario Unilibro “Ridi che ti passa” aperto a tutti e volto alla promozione della scrittura e della narrativa, alla individuazione di nuovi autori ed alla pubblicazione e diffusione delle loro opere tramite edizione cartacea e digitale.

Art.2 (Partecipazione al concorso) Gli Autori che intendano partecipare al concorso dovranno compilare la scheda di adesione (liberatoria) scaricabile dalla pagina del regolamento o da quella della liberatoria. Oltre alla specifica approvazione del presente regolamento, verrà richiesto il conferimento dei dati anagrafici dell’autore (nome e cognome, data di nascita e un recapito telefonico), l’indirizzo di posta elettronica e l’eventuale pseudonimo sotto il quale l’Autore intendesse vedere pubblicata, nell’eventualità, la propria opera. I dati in questione non saranno in alcun modo diffusi, fatta eccezione per il nome e cognome o, a seconda dei casi, lo pseudonimo, per attribuire la paternità dell’opera all’atto della sua eventuale pubblicazione. La partecipazione al concorso è assolutamente gratuita.

Art. 3 (Contenuto dei racconti) I partecipanti al concorso potranno inviare un solo racconto (“l’opera”) ciascuno, composto da non oltre 15.000 battute, spazi compresi. Il tema è libero; ma l’impronta deve essere ironica e/o comica in linea con lo spirito che anima il concorso, al cui centro è posto il divertimento attraverso la lettura. Non sono ammessi contenuti volgari, razzisti o, comunque, denigratori o diffamatori di altri soggetti o categorie di soggetti. Allo stesso modo, non sono ammessi racconti che si basino su fatti o persone identificabili. Unilibro si riserva il diritto di modificare o di chiedere all’Autore di modificare il testo dell’opera in modo da eliminare ogni espressione che possa essere considerata lesiva di diritti di terzi. In ogni caso tali modificazioni non solleveranno l’Autore da eventuali responsabilità.

Art. 4 (Invio delle opere) I racconti destinati a partecipare al concorso dovranno essere trasmessi ad Unilibro, a mezzo di posta elettronica, all’indirizzo c.letterario@unilibro.it utilizzando quale indirizzo mittente unicamente quello indicato all’atto della registrazione. Una copia cartacea del racconto dovrà, inoltre, essere inviata entro il 15 ottobre alla redazione di Libri su Libri al seguente indirizzo: Viale Le Coste,2 – 06062- Città della Pieve (PG) . L’invio della copia cartacea entro il termine indicato costituisce condizione necessaria per la partecipazione al Concorso.

Art. 5 (Giuria) La giuria sarà composta dalla redazione di Libri su Libri la quale provvederà alla lettura dei racconti ed alla loro valutazione e selezione con modalità e secondo criteri insindacabili. La scelta dei racconti vincitori del Concorso avverrà entro la prima settimana di novembre.

Art. 6 (Proclamazione e Premio) La proclamazione dei vincitori, avverrà entro il mese di novembre in contemporanea sui siti di Unilibro e Libri su Libri. Il premio del concorso è rappresentato dalla pubblicazione a mezzo stampa con le modalità, le forme, i titoli ed i canali distributivi rimessi all’insindacabile scelta di Unilibro, dei dodici racconti giudicati migliori dalla Giuria, entro il mese di novembre, riuniti in un corpo antologico, eventualmente anche in unione ad altri contenuti.

Art. 7 (Cessione dei diritti di edizione, pubblicazione e sfruttamento economico delle opere) L’Autore, per il caso in cui il proprio racconto fosse selezionato fra i dodici vincitori cede fin d’ora ad Unilibro in via esclusiva il diritto di utilizzare, pubblicare per le stampe e di mettere in vendita, direttamente o indirettamente, in Italia e in tutto il mondo, l’opera e, più in generale, il diritto di disporne in ogni modo e con ogni mezzo, con il solo limite della tutela dell’onorabilità dell’Autore e del diritto di quest’ultimo a vedersene attribuire la paternità. La cessione ha per oggetto tutti i diritti di utilizzazione che spettano all’Autore, ivi compresa la riproduzione grafica dell’opera con qualsiasi forma, quali la pubblicazione in volume, in periodico, a dispense, in edizione economica, nonché ogni diritto inerente la diffusione dell’opera tramite supporti meccanici ed informatici e la sua utilizzazione dipendente da eventuali elaborazioni di cui l’opera è suscettibile, ivi compresi gli adattamenti per il cinema, la radio e la registrazione su apparecchi meccanici, magnetici o digitali, nonché i connessi diritti di sfruttabilità dell’opera stessa attraverso il cinema, la televisione, il web e qualunque altro mezzo di diffusione e pubblicazione. La titolarità in capo a Unilibro dei diritti oggetto di cessione avrà una durata corrispondente a quanto previsto dall’art. 25 della L. 22 aprile 1941 n. 633. Durante tale periodo, Unilibro potrà esercitare come meglio crederà, direttamente o tramite terzi o previa cessione degli stessi, i diritti oggetto di cessione. Allo stesso modo, potrà astenersi dall’esercitarli senza che, per questo, l’Autore possa avanzare rivendicazioni di sorta. La mancata ricomprensione di un’opera fra le dodici giudicate vincitrici, comporterà l’automatica retrocessione dei diritti sopra descritti, a favore dell’Autore.

Art.8 (Paternità dell’Opera) Attraverso la propria partecipazione al concorso e la compilazione ed invio della scheda di partecipazione e del racconto, l’Autore attesta di essere l’unico autore ed esclusivo proprietario dell’opera e di avere tutte le facoltà necessarie a disporre della stessa e dei diritti ad essa connessi. L’Autore garantisce il pacifico godimento dei diritti ceduti, ivi compreso quello relativo al titolo dell’opera; assicura che la sua eventuale pubblicazione non viola, né in tutto né in parte, diritti di terzi, né costituisce violazione di alcuna norma, manlevando Unilibro e Libri su Libri da ogni contestazione o pretesa dovesse essere formulata a loro carico da parte di chicchessia e facendosi direttamente carico o, comunque, risarcendo i danni e rimborsando le spese che dovessero derivare a loro carico quale conseguenza di tali contestazioni e pretese. L’Autore si impegna, inoltre, a prestare la propria collaborazione ed assistenza qualora il pacifico godimento dei diritti ceduti venisse turbato da parte di terzi.

Art. 9 (Comunicazioni) Le comunicazioni con i partecipanti avverranno esclusivamente a mezzo email.

Art. 10 (Accettazione del Regolamento) Mediante la compilazione e la trasmissione per via telematica della scheda di partecipazione e l’invio del racconto l’autore accetta tutto quanto previsto dal presente Regolamento. La mancata osservanza delle modalità di partecipazione o delle modalità di presentazione delle opere come previste dal presente Regolamento, sarà considerata causa di esclusione dal Concorso.

Art. 11 (Natura di concorso letterario). Il Concorso Letterario Unilibro “Ridi che ti passa” ha natura di concorso letterario ed, in quanto tale, rientra nelle esenzioni di cui all’art. 6 D.P.R. 26 ottobre 2001, n. 430 (esenzione dalla applicazione dei concorsi e delle operazioni a premio).

La partecipazione al concorso letterario comporta la conoscenza e l’approvazione del presente regolamento.

Data                                                                                                                 Firma

Scadenza 15 ottobre 2010

PREMIO LETTERARIO FRANCESCO GELMI

L’Associazione culturale «Francesco Gelmi di Caporiacco», i giornali «l’Adige», «Corriere del Trentino» e «Corriere dell’Alto Adige» e la rivista di studi storici sull’età moderna e contemporanea «Archivio trentino» bandiscono la quinta edizione del Premio dedicato alla memoria di Francesco Gelmi di Caporiacco (19371996), editore e figura centrale del processo di rinnovamento e sviluppo della testata giornalistica «l’Adige» negli anni Ottanta/Novanta del secolo scorso.

Finalità del Premio Letterario
Finalità del premio è la promozione della scrittura creativa come strumento di comunicazione efficace e necessaria anche all’ambito giornalistico che la recepisce quale supporto mirato ad una funzione informativa che non rifugge da una dimensione affabulatoria, pur in presenza di tematiche complesse, e da un impegno civile rigoroso.

Temi della quinta edizione
Questa nuova edizione del Premio vuole richiamare l’attenzione degli autori e del pubblico su due argomenti di grande attualità e legati fra loro dalla dimensione del tempo, un ieri e un oggi che è anche il nostro domani: il racconto storico e il tema dell’infanzia.

Racconto storico
Il racconto in forma narrativa di vicende ispirate a fatti, personaggi, processi, situazioni e contesti storicamente documentati, ma rivisitati liberamente, risulta una modalità compositiva assai praticata negli ultimi anni e accolta con interesse dal pubblico sia di lettori adulti che di giovani e giovanissimi, ai quali non di rado vengono proposte creazioni d’invenzione ad hoc.

Saggio sull’infanzia
I bambini e i ragazzi mai come oggi paiono essere oggetto delle attenzioni del mondo degli adulti e dei media, anche se ancora troppo spesso non ne viene realmente colta la loro dimensione più autentica. Si chiede la scrittura di un saggio, un elzeviro, una breve trattazione che, bandita la dimensione autobiografica, prenda posizione con lucidità ed intelligenza sulla realtà di un mondo a parole amico dell’infanzia e nei fatti disattento, feroce, privo di sensibilità ed empatia.

La partecipazione
Al Premio possono concorrere singoli autori e case editrici. La partecipazione è libera e non è richiesto il versamento di alcuna quota di iscrizione. Sono ammesse al concorso opere edite nel triennio 20082010, di autori viventi italiani e stranieri. Le opere devono essere in lingua italiana e, se straniere, tradotte in italiano per la prima volta nel triennio 2008-2010.

Sono previste tre categorie
Testi editi di narrativa storica: romanzi, racconti, novelle, opere teatrali, radiodrammi senza limiti di lunghezza. I testi editi potranno essere presentati dai singoli autori o dalle rispettive case editrici.

Testi inediti di narrativa storica: racconti, novelle, opere teatrali, radiodrammi di non più di 60.000 caratteri spazi inclusi (preferibilmente in cartelle da duemila battute l’una, spazi inclusi).

Testi inediti di saggistica aventi per oggetto temi legati all’infanzia di non più di 40.000 battute spazi inclusi (preferibilmente in cartelle da duemila battute l’una, spazi inclusi).

I Premi
Sono previste tre categorie di premi, per un ammontare complessivo di 15.000,00 (quindicimila) euro, così ripartiti:
Per la prima sezione, Narrazioni storiche edite, sarà premiata un’unica opera con un riconoscimento in danaro di 5.000,00 (cinquemila) euro.
Per la seconda sezione, Narrazioni storiche inedite, saranno assegnati un primo premio di 3.000,00 (tremila) euro e due secondi premio exequo di 1.000,00 (mille) euro ciascuno.
Per la terza sezione, Saggi inediti sull’infanzia, saranno assegnati un primo premio di 3.000,00 (tremila) euro e due secondi premi exequo di 1.000,00 (mille) euro ciascuno
La giuria potrà inoltre segnalare opere ritenute particolarmente meritevoli di tutte e tre le sezioni. È inoltre previsto un riconoscimento simbolico alla casa editrice del vincitore della prima sezione. Gli inediti premiati e segnalati sia della sezione Narrazioni storiche inedite sia della sezione Saggi inediti sull’infanzia saranno pubblicati dal giornale «L’Adige» e dalla rivista storica «Archivio trentino». Gli Autori saranno tenuti a fornire i testi in formato digitale.

La Giuria
La Giuria è nominata dal Presidente dell’Associazione Francesco Gelmi di Caporiacco e sarà composta da personalità di spicco del mondo della cultura. Il suo parere sarà insindacabile. I nominativi dei componenti la giuria saranno comunicati a mezzo stampa e sul sito dell’«Adige» così come i titoli e gli autori delle opere pervenute.

Le norme di partecipazione
Gli autori e le case editrici interessati potranno aderire al Premio facendo pervenire i testi in sette copie entro le ore 17,00 del 30 dicembre 2010 a:

Premio Letterario
Francesco Gelmi di Caporiacco
c/o giornale «l’Adige»
via Missioni Africane, 17
38121 Trento

Per eventuali informazioni o precisazioni rivolgersi via e-mail a: premiogelmi@ladige.it

I risultati del Premio saranno resi noti entro il 15 marzo 2011, comunicati individualmente ai vincitori e pubblicati sul sito del giornale «L’Adige» http://www.ladige.it/

La consegna dei premi avverrà nel corso della cerimonia di premiazione pubblica che avrà luogo entro 30 aprile 2011. I lavori non saranno restituiti ma saranno conservati in uno specifico fondo dell’Associazione. L’Associazione si riserva il diritto di utilizzare tutti i lavori inediti, in accordo con l’autore, nelle forme e nei modi che riterrà più opportuno. La segreteria organizzativa declina ogni responsabilità in caso di smarrimento, furto, plagio e altro degli elaborati predisposti per l’invio. La partecipazione al Premio implica di fatto l’accettazione di tutte le norme indicate nel presente bando. Tutela dei dati personali. Ai sensi del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, la segreteria organizzativa dichiara, ai sensi dell’art. 13, “Informativa resa al momento della raccolta dei dati”, che il trattamento dei dati dei partecipanti al Premio è finalizzato unicamente alla gestione del Premio e all’invio agli interessati degli eventuali bandi degli anni successivi; dichiara inoltre, che con l’invio dei materiali letterari partecipanti al

Premio l’interessato acconsente al trattamento dei dati personali; dichiara inoltre, ai sensi dell’art. 7 “Diritto di accesso”, che l’autore può richiedere la cancellazione, la rettifica o l’aggiornamento dei propri dati rivolgendosi al Responsabile dati della Segreteria del Premio nella persona del signor Danilo Curti, c/o l’Adige, via Missioni Africane 17, 38100 Trento.

Scadenza 30 dicembre 2010

SCRIVERE IL MEMOIR

Art. 1 Scopo della manifestazione. La Dino Audino editore indice la prima edizione del concorso letterario
– Scrivere il memoir per la selezione di dieci racconti di genere memoir da pubblicare gratuitamente in un’antologia. Lo scopo è la diffusione e la conoscenza del genere letterario memoir.

Art. 2 Modalità di partecipazione. Per partecipare è necessario inviare in triplice copia e in forma anonima
uno o più racconti in lingua italiana (non importa la nazione d’origine e/o la residenza) della lunghezza massima di 30000 battute (spazi inclusi) entro il 7 gennaio 2011 (farà fede il timbro postale) all’indirizzo:

Dino Audino editore
Concorso Scrivere il memoir
via di Monte Brianzo, 91
00186 – ROMA

I fogli dovranno essere numerati e non spillati o rilegati. È preferibile invece che siano raccolti in cartelline, buste di plastica o dorsetti estraibili. Al racconto dovrà essere allegata la scheda di partecipazione, conservata in una busta sigillata, contenente i dati relativi all’autore e all’opera. È fondamentale indicare il titolo sia sul racconto sia nella scheda di partecipazione per permettere l’individuazione dell’autore, dopo le selezioni. La busta sigillata, senza alcun segno di riconoscimento, dovrà essere inclusa nello stesso plico insieme al racconto. La scheda di partecipazione è disponibile esclusivamente sull’ultima pagina del libro Scrivere il memoir di Claudia Masia, edito da Dino Audino editore e in altri libri editi dalla casa editrice, che verranno comunicati di volta in volta sul sito della casa editrice. La partecipazione al concorso è assolutamente gratuita.

Art. 3 Svolgimento del concorso. Giunti in redazione, i plichi saranno aperti dalla segreteria che conserverà separatamente la busta sigillata contenente la scheda di partecipazione e consegnerà alla Giuria i soli racconti.

La selezione dei racconti avverrà entro marzo 2011. La pubblicazione entro l’estate dello stesso anno.

Art. 4 Giuria. La giuria sarà composta dall’autrice del libro Scrivere il memoir Claudia Masia, dall’editore e
da un redattore della rivista di sceneggiatura “Script”. Il giudizio della giuria è insindacabile.

Art. 5 Premio. Il premio del concorso è la pubblicazione, in forma assolutamente gratuita, dei dieci racconti
giudicati migliori dalla Giuria nella collana “Scriptori” in un’antologia edita da Dino Audino editore e distribuita in tutte le librerie da Messaggerie Italiane. I dieci premiati dovranno firmare la liberatoria per la cessione dei diritti relativa a questa sola edizione, restando proprietari dei diritti per altri scopi. Ogni autore dell’antologia ha diritto a due copie omaggio.

Art. 6 Comunicazioni. Le comunicazioni con i partecipanti avverranno esclusivamente a mezzo email.

Art. 7 Paternità delle opere. Gli autori devono essere nella piena titolarità dei diritti dell’opera (anche per la parte di eventuali coautori che non intendano partecipare). I diritti dell’opera devono risultare liberi da opzioni, cessioni totali e/o parziali a favore di terze parti . Gli autori restano responsabili della tutela della paternità delle opere presentate.

Art. 8 Accettazione del Bando. Mediante la sottoscrizione della scheda di partecipazione e l’invio del
racconto l’autore accetta tutto quanto previsto dal presente Bando di Concorso e le norme del relativo Regolamento ivi contenute. L’Autore rinuncia irrevocabilmente ad ogni pretesa e ad ogni azione, richiesta o rivalsa nei confronti degli Organizzatori del Concorso e della Giuria e di tutte le persone a qualsiasi titolo coinvolte nel concorso e li sollevano sin da ora da ogni responsabilità in merito. La mancata osservanza delle modalità di partecipazione o delle modalità di presentazione dei progetti, previste dal presente Bando e dal Regolamento, sarà considerata causa di esclusione dal Concorso.

Art. 9 Natura di concorso letterario. Il Concorso Scrivere il memoir rientra nelle esenzioni di cui all’art. 6 D.P.R. 26 ottobre 2001, n. 430 (esenzione dalla applicazione della disciplina dei concorsi e delle operazioni a premio, nonché delle manifestazioni di sorte locali). Per qualsiasi dubbio o chiarimento è possibile scrivere a comunicazione@audinoeditore.it

Scadenza 7 gennaio 2011

POESIA

 

MARIO TOBINO

Il Comune di Vezzano Ligure, in collaborazione con la Fondazione Mario Tobino di Lucca, indice la VI edizione, rinnovata e ampliata, del Premio di Poesia, Narrativa e Saggistica “Mario Tobino”.

Bando di concorso

1) Il premio è aperto a tutti i poeti e gli scrittori italiani con opere in lingua italiana che abbiano compiuto il 18° anno di età (a esclusione di quelli partecipanti alla “Sezione Ragazzi”).

2) La partecipazione è gratuita fatto salvo il desiderio di una donazione volontaria che verrà devoluta ai Servizi Sociali del Comune di Vezzano Ligure.

3) È possibile partecipare a più sezioni.

4) Il premio si articola nelle seguenti sezioni e con differenti modalità:

Sezione Poesia
Sezione poesia singola
Ogni partecipante potrà inviare un numero massimo di tre liriche
Sezione silloge inedita
Ogni partecipante potrà inviare un numero massimo di quindici componimenti
Sezione libro edito di poesia “Sirio Guerrieri”
Ogni partecipante potrà inviare un solo libro
Sezione Narrativa e Teatro a tema: il disagio
Ogni partecipante potrà inviare un racconto con un numero massimo di dieci pagine formato A4 o una pièce con un numero massimo di trenta pagine formato A4
Sezione Saggistica a tema: il disagio nel tempo
Ogni partecipante potrà inviare un saggio con numero massimo di cinquanta pagine formato A4
Sezione Ragazzi
Sezione poesia singola
Ogni partecipante di età compresa fra gli 11 e i 15 anni potrà inviare un numero massimo di tre liriche
Sezione narrativa
Ogni partecipante di età compresa fra gli 11 e i 15 anni potrà inviare un racconto sul disagio con un numero massimo di dieci pagine formato A4

5) Ogni elaborato stampato su carta riciclata, assieme alla scheda di adesione al concorso firmata, può essere inviato tramite plico postale al Comune di Vezzano Ligure / Biblioteca Civica “Mario Tobino”, Via Verdi 29, 19020 Vezzano Ligure o all’indirizzo di posta elettronicabiblioteca.vezzano@libero.it entro il 15 settembre 2010. I libri dovranno essere inviati in duplice copia. I lavori pervenuti non saranno restituiti e non potranno essere ritirati dal concorso. Una copia dovrà essere firmata e contenere in calce nome, cognome, indirizzo, numero telefonico dell’autore.

6) I partecipanti minorenni della “Sezione Ragazzi” dovranno inviare assieme alla scheda di adesione al concorso anche il modulo di iscrizione, allegato al bando, firmato da un genitore o da chi ne fa le veci.

7) Fra tutti gli elaborati giunti al concorso, secondo i termini del presente regolamento, una Giuria qualificata sceglierà, a suo insindacabile e inappellabile giudizio, quelli ritenuti meritevoli di essere premiati e stilerà apposito verbale di graduatoria finale per ogni sezione.

8) La composizione della Giuria del premio verrà resa nota durante la cerimonia di premiazione che si svolgerà nel mese di novembre 2010 a Vezzano Ligure alla presenza di autorità e personalità della cultura e del mondo scientifico.

9) Tutti i concorrenti finalisti saranno avvisati in tempo utile per poter partecipare alla cerimonia di premiazione.

10) Le poesie prime classificate nella “Sezione poesia singola” e nella “Sezione silloge inedita” e il migliore racconto della “Sezione narrativa” saranno letti durante la manifestazione di premiazione da dicitori incaricati dall’organizzazione.

11) I testi premiati e altri ritenuti meritevoli saranno pubblicati sul sito web del premio.

12) L’organizzazione si riserva la facoltà di spostare la data e il luogo della premiazione per cause di forza maggiore.

13) Con l’invio dei loro elaborati gli Autori accettano integralmente ogni punto e articolo del presente Bando.

14) I dati personali saranno trattati in conformità al D.Lgs. 196 del 30 Giugno 2003.

15) I premi che, data la gratuità dell’iniziativa, non consisteranno in somme monetarie, ma in opere d’arte e prodotti tipici locali, saranno assegnati nel seguente modo:

Sezione Poesia
Sezione poesia singola
1° Classificato
Sezione silloge inedita
1° Classificato
Sezione libro edito di poesia “Sirio Guerrieri”
1° Classificato
Sezione Narrativa a tema: il disagio
1° Classificato
Sezione Saggistica a tema: il disagio nel tempo
1° Classificato
Sezione Ragazzi
Sezione poesia singola
1° Classificato
Sezione narrativa
1° Classificato

Per informazioni rivolgersi alla Dott.ssa Francesca Mariani, Responsabile della Biblioteca Civica “Mario Tobino”, al n. telefonico 0187993129 e/o all’indirizzo di posta elettronicabiblioteca.vezzano@libero.it

Scadenza 15 settembre 2010

TEATRO

 

 

PER VOCE SOLA

Ideazione di Federico Faloppa e Pier Mario Giovannone

È un concorso letterario a sezione unica: il monologo teatrale. E’ promosso, fin dalla sua prima edizione, dal Comune di Cuneo e si è sviluppato attraverso il sostegno della Regione Piemonte, del Comune di Cuneo, della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, della Fondazione Cassa di Risparmio di Torino, della Fondazione Nuto Revelli, dell’Istituto Storico della Resistenza di Cuneo.

A chi si rivolge

L’iscrizione è gratuita e aperta a chiunque voglia partecipare, cioè ad autori italiani e stranieri, senza limiti di età. Ogni autore potrà partecipare con un solo monologo scritto in lingua italiana e inedito. Il tema è libero, ma la lunghezza non deve superare le quindici cartelle (per un totale di trentamila battute spazi compresi).

Come si svolge

I monologhi saranno esaminati da una giuria – presieduta da Guido Davico Bonino e di cui fanno parte Marco Bosonetto, Patrizia Coletta, Michele Di Mauro, Federico Faloppa, Carlo Giuseppe Gabardini, Pier Mario Giovannone, Mauro Sironi – che selezionerà un vincitore assoluto, un secondo e terzo classificato, oltre a una rosa di segnalati. Sono anche previste due menzioni speciali: la prima sarà attribuita a un monologo di contenuto civile; la seconda a un monologo di tono ironico.

Durante la cerimonia di premiazione – che si svolgerà giovedì 18 novembre alle ore 21 presso il Teatro Toselli di Cuneo, nel contesto della manifestazione Scrittorincittà 2010 – i testi del vincitore assoluto, del secondo e del terzo classificato saranno recitati da un grande attore, con interventi di noti musicisti. Gli stessi testi saranno pubblicati, insieme a quelli segnalati e menzionati, in un unico libro a spese dell’editore Nerosubianco, disponibile a partire dalla serata di premiazione.

Scadenza e modalità di partecipazione

I testi dovranno pervenire all’organizzazione del Premio entro e non oltre lunedì 13 settembre 2010. Saranno spediti (o consegnati a mano) in un pacco contenente otto copie cartacee del monologo e una busta chiusa (garanzia di anonimato) con il nome dell’autore, l’indirizzo (possibilmente anche quello e-mail) e un recapito telefonico. Sul pacco sarà apposta soltanto la seguente dicitura:

“Per voce sola 2010”, c/o Comune di Cuneo – Settore Cultura, via Amedeo Rossi, 4 – 12100 Cuneo.

Il verdetto della giuria verrà comunicato esclusivamente agli autori vincitori, segnalati e menzionati entro lunedì 8 novembre 2010 e sarà inoltre pubblicato sui siti www.pervocesola.org e www.scrittorincitta.it.

Per informazioni: info@pervocesola.org

Scadenza 13 settembre 2010

Altri racconti
in archivio

Sfoglia
MagO'