Condividi su facebook
Condividi su twitter

Riscoprire l’olfatto allo Smell Festival

di

Data

L’odore della sera si insinua tra il cemento di periferia, lo puoi sentire solo in un unico punto della città, o almeno così credi.

L’odore della sera si insinua tra il cemento di periferia, lo puoi sentire solo in un unico punto della città, o almeno così credi. Il confine tra la percezione oggettiva e la rielaborazione  personale è labile fino a divenire inesistente, i profumi  infatti evocano frammenti di vita come piccole miniature dai contorni perfetti. È incredibile il potere di suggestione che può diffondersi nell’aria ogniqualvolta si annusi un ricordo trasformato nella mente in essenza che inebria la memoria; la maggior parte dei profumi che non scorderemo mai hanno qualcosa di eterno, sospeso: l’odore della biancheria al sole, quello della vecchia cantina o della spiaggia dopo la tempesta. Sentiamo essenze ogni giorno eppure ricordiamo solo quelle lontane nel tempo.

Se intervenire nei meccanismi della mente è pressochè impossibile, si possono forse affinare le abilità percettive.

È questo il fine ultimo di Smell Festival dell’Olfatto che si svolgerà a Bologna dal 24 al 30 maggio , una rassegna che prevede incontri, degustazioni e laboratori di educazione olfattiva dedicati alle essenze naturali, alle creazioni dei profumieri e agli aromi della tavola. Veicolo di cultura e conoscenza, il Quinto Senso ritorna ad essere parte del presente, non più subordinato all’udito o alla vista, ma strumento con cui indagare la realtà. Riscoprire l’olfatto significa infatti ritrovare una maggiore connessione con l’ambiente in cui viviano e migliorare la qualità dell’esistenza, troppo spesso minacciata dall’inquinamento olfattivo. Aromi e fragranze sono non solo fonte di benessere, ma anche edonisti strumenti di seduzione, immediati mezzi di comunicazione e espressioni della creatività. Un distillato di vita.

Nutrito il programma, del quale diamo qualche anticipazione:

Lunedì 24 maggio ore 21,00
Libreria Coop Ambasciatori
L’INTELLIGENZA DEL NASO
Conoscere il mondo attraverso gli odori
Incontro con Rosalia Cavalieri – Docente di Semiotica e Teoria delle lingue e dei segni dell’Università di Messina, autrice de “Il naso intelligente” (Laterza, Bari 2009).

L’olfatto ha un nesso privilegiato con la conoscenza, celebrato dal più olfattivo dei filosofi, Nietzsche, che non esitava ad affermare «il mio genio è nel mio naso». L’obiettivo di questa conferenza sarà quello di svelare la singolarità cognitiva di un senso negletto e poco esercitato.

 

Dal 26 al 28 maggio ore 18,00
Museo Archeologico di Bologna
ODOROSI SENSI
Ciclo di incontri con degustazioni
Conduce: Paola Goretti – Antichista e docente di Storia del Costume

Mercoledì 26 maggio: “Cipro: il profumo di Afrodite
Giovedì 27 maggio: “Da Pompei i profumi per l’Impero Romano
Venerdì 28 maggio: “Ambra delle mie brame, una storia profumata

 

Domenica 30 maggio
Museo Internazionale della Musica
L’ALFABETO DEGLI ODORI

Laboratorio di educazione olfattiva
Con Barbara Zellner – Farmacista, specializzata in chimica degli aromi
Il senso dell’olfatto è uno strumento potente, in grado di effettuare accurate analisi sensoriali delle sostanze aromatiche. Durante il laboratorio il pubblico potrà testare le proprie abilità olfattive e imparare a distinguere e descrivere gli aromi con linguaggio appropriato.

 

Domenica 30 maggio
Museo Internazionale della Musica
L’ARTE DI PROFUMARE GLI AMBIENTI
Laboratorio
Con Ornella Pastorelli – Titolare di CasAroma
Arredare gli spazi con i profumi significa emozionarsi e ed emozionare. Sotto la guida di Ornella Pastorelli, i partecipanti impareranno tanti modi per usare le fragranze restituendo agli oggetti e agli ambienti di casa la propria anima. Ai partecipanti sarà offerto un omaggio profumato by CasAroma.

Altri racconti
in archivio

Sfoglia
MagO'