Condividi su facebook
Condividi su twitter

A spasso per le serie: la tv del futuro è il passato

di

Data

Per tutti gli amanti e appassionati delle serie televisive andate in onda dagli anni ‘70 agli anni ’90 dall’1 agosto arriva su Sky Fox Retro.

Per tutti gli amanti e appassionati delle serie televisive andate in onda dagli anni ‘70 agli anni ’90 dall’1 agosto arriva su Sky Fox Retro. Il paradiso dei nostalgici ma, al tempo stesso, un canale che permetterà ai pochi che ancora non ne avessero fatto conoscenza di apprezzare e conoscere le grandi serie tv del passato.
“Erano avanti” è il pay off di lancio del nuovo canale e divertente e geniale appare la campagna pubblicitaria, partita in questi giorni per la promozione, che si presenta con banner pubblicitari che riportano frasi che si riferiscono ad ogni singolo telefilm con commenti relativi a trasmissioni che vanno in onda attualmente. Come dire, passato e presente che si fondono dimostrando la vitalità e l’originalità di quelle serie storiche.
E così di fianco alla foto di Arnold appare la scritta: “Stava sempre in casa, ma non era un reality”, per Charlie’s Angels: “In una sola puntata capivano chi era la Talpa”; per Magnum PI la scritta cita: “Viveva su un’isola ma non è mai andato in nomination”; per La famiglia Bradford: “A Natale c’erano più pacchi che in un quiz”, Chips: “Concedevano a tutti una telefonata a casa”… e cosi via. «La creatività della campagna advertising è stata affidata all’agenzia The Name – ha spiegato Dadà Isola, marketing director dei canali di intrattenimento Fox Channels Italy – che ha firmato i soggetti on air a luglio e ad agosto su affissioni, stampa di settore, promocard e web».
Tanti prodotti narrativi che hanno fatto da apripista ed hanno stimolato l’attaccamento del pubblico per il mondo seriale, gettando le basi per i numerosi format contemporanei: da Starsky e Hutch a Charlie’s Angels, da Mission Impossible a Magnum PI, passando dalle sit-com come I Jefferson e Il mio amico Arnold alle serie comico-sentimentali come Mork e Mindy e Love Boat.
Un tentativo, già visto più volte in altri generi, di offrire un quadro brillante ed energetico della narrativa televisiva del passato a metà tra nostalgia e fiducia verso il nuovo che verrà. Senza quelle serie, ad esempio, non avremmo oggi Jack Bauer, Sawyer, Susan Meyer e Meredith Grey. Fiction cult che hanno fatto la storia della tv e spesso sono state palestra di divi cinematografici come Will Smith “Principe di Bel Air”, Robin Williams di “Mork & Mindy”, Kim Basinger in “Charliés Angels”, Michelle Pfeiffer in “Chips”, Sylvester Stallone in “Kojak”.
Ci sarà spazio, oltre che per le serie degli anni ̒70, anche per quelle più vicine a noi come “Baywatch”, il telefilm più visto nel mondo, superato solo da Star Trek, con la provocante bagnina Pamela Anderson, protagonista nel oramai famoso costume rosso fuoco. Stracult come “Miami Vice” con Don Johnson e Philip Michael Thomas e guest star come Benicio Del Toro, Stanley Tucci, Lawrence Fishburne, Melanie Griffit e come “Chips”, con i due poliziotti (icona della comunità gay) Larry Wilcox e Erik Estrada.
È previsto, poi, un prime time con tre contenitori ad hoc, Retro Movie (mercoledì e domenica), Miti e Leggende (giovedì), Saranno famosi (sabato). Il primo ripropone in un unico appuntamento due episodi che sembrano un film, il secondo mette in cantiere cameo di alcuni grandi attori, il terzo vede gli esordi di star oggi affermate.
Ma ci sono altre chicche: Retro Classifica, la domenica alle 12.55 con i videoclip vintage, Intervallo (le foto delle località dove vengono girati i telefilm) e Retro Gusto (l’illustrazione dei piatti preferiti dai protagonisti, tipo i tacos dei Chips o il frappè di Arnold).
Tornare indietro, rivedere i telefilm delle origini significa anche effettuare una ricognizione all’interno del nuovo statuto di spettatori, verificare come sono cambiati e come cambiano tuttora. Un pubblico che sarà interessante osservare e quantificare proprio nella fruizione di questi prodotti; come dichiarato da Alessandro Militi, director advertising sales di Fox Channels Italy, «si tratta di un canale dal target molto interessante, quello della fascia di età dai 35 ai 45 anni, costituita da persone mature ma non vecchie, nel pieno dei consumi».
Esperimento senza dubbio interessante per riscoprire, confrontare e ritrovare quell’immaginario narrativo che ha arricchito, sorpreso e meravigliato la nostra formazione rispondendo ad una semplice domanda “ti ricordi?”.

Altri racconti
in archivio

Sfoglia
MagO'