Condividi su facebook
Condividi su twitter

Lusofono, eppure autore di Best sellers

di

Data

L’esempio del talentuoso Rodrigues dos Santos risulta incoraggiante per i tanti scrittori, non anglofoni, sfiduciati dalle infinite difficoltà di pubblicare (e farsi tradurre) con successo.

Einstein e la formula di Dio
Rodrigues Dos Santos
Editore Cavallo di Ferro 2008
Pp. 557
prezzo 19,50 euro

L’esempio del talentuoso Rodrigues dos Santos risulta incoraggiante per i tanti scrittori, non anglofoni, sfiduciati dalle infinite difficoltà di pubblicare (e farsi tradurre) con successo. José Rodrigues dos Santos, nato in Mozambico e residente nella piccola terra di Portogallo, dove esercita la professione di giornalista,  ha visto già due dei suoi libri imporsi al di là dell’Atlantico (e anche al di qua, ovvio). Rodrigues dos Santos  ha confezionato best seller di qualità, mescolando in un caso storia e suspence,  nell’altro scienza e mistero, senza l’uso di facili espedienti come l’esoterismo. Si tratta di due thriller avvincentissimi che stanno appassionando un bel pubblico di lettori anche negli Usa.
Il primo è apparso in Italia con il titolo Il codice 632. Questo romanzo pieno di suspence  ricostruisce, attraverso documenti storici autentici, le imprese e la personalità di Cristoforo Colombo.   

Il codice 632 è stato pubblicato nel 2007 dall’Editore Vertigo, per la collana Verso interamente dedicata alla letteratura letteratura lusitana. Quest’anno il romanzo è stato ristampato anche in versione economica. Nel 2008 è stato pubblicato dall’Editore Cavallo di Ferro Einstein e la formula di Dio, un thriller scientifico in cui Tomás, esperto di criptoanalisi, deve interpretare il codice cifrato di  un manoscritto segreto di Albert Einstein, alla luce di  teorie scientifiche esposte in altre sezioni del volume. Einstein e la formula di Dio è un thriller d’azione e dello spirito in cui la vera vera suspence è affidata ad una ricerca esistenziale nascosta in una trama di spionaggio.
Cosa si sono detti Einstein e Ben Gurion nel loro incontro a Princeton il 19 maggio del 1951? Cosa c’entrano con il manoscritto la simpatia di Einstein per la causa tibetana? I principali protagonisti sono la fisica ed i grandi interrogativi, la ricerca delle cause ultime. Come si è generato l’universo? Cosa muove la prima forma di energia? La ricerca della verità sull’Alfa e Omega dell’Universo è il vero giallo. “Il reale è uno e i differenti fatti sono la manifestazione di un’unica cosa. Tutto è connesso.” “Tutte le sere lungo i fiumi della Malesia migliaia di lucciole emettono luce all’unisono, obbedendo a un sincronismo segreto”.  “Anche la materia inerte danza seguendo lo stesso tempo” “Si è scoperto che alcuni atomi, quando sono collocati a temperature vicine allo zero assoluto cominciano a comportarsi come se fossero uno solo, sono milioni di miliardi di atomi coinvolti in un gigantesco ballo sincronizzato. Questa scoperta ha permesso ai suoi autori di vincere il Premio Nobel per la Fisica nel 2001”.

Altri racconti
in archivio

Sfoglia
MagO'