Condividi su facebook
Condividi su twitter

Cos’è un suv?

di

Data

Pare che sia una rivolta fatta solo da intellettuali. Gente che ha passato la vita sui libri e che sta provando una ritorsione pratica contro quello che non va bene.

Pare che sia una rivolta fatta solo da intellettuali. Gente che ha passato la vita sui libri e che sta provando una ritorsione pratica contro quello che non va bene. Sono sfiduciati, allarmati e non credono che le migliori rivoluzioni si facciano con la penna. Questo è quello che mi hanno detto, ma io sono molto scettico.
Tutto è iniziato con due macchine, due suv, trovati con tutte e quattro le gomme sforacchiate. Sopra il cruscotto gli era stato lasciato un foglio con le indicazioni per cambiare la ruota di scorta. Questo è successo più o meno all’inizio di quest’anno a Corso Trieste, Roma.
Ora tralasciando questo fatto degli intellettuali, questo movimento delle ruote sforacchiate non colpisce alla rinfusa, ma ha un obiettivo ben preciso: i suv. La marca è indifferente, ma il modello è ben preciso. Nessuna classe C Mercedes o serie Uno Bmw. Solo quell’ibrido di automobile.
Il movimento è aumentato negli ultimi mesi e da Roma si è allargato alle altre città. Ognuno poi ha trovato la propria firma. Dalle istruzioni provocatorie per cambiare la ruota, si è passati a frasi del tipo: ”Riccone vai a piedi stamattina”. Oppure la mia preferita, trovata nel quartiere Parioli a Roma sopra una Mercedes: “Wall street va avanti anche senza di te questa mattina.”
Vi racconto questa storia degli sforacchiatori di gomme perché ho avuto modo di incontrare un esperto di vetture di lusso. Era accanto a me in un locale così abbiamo iniziato a parlare di questi bolidi. Lui vuole comparire come una gola profonda. Io mi limiterò a dire quello che mi ha insegnato sui suv.
– Guarda, secondo me con questi suv abbiamo toccato il fondo. Sono macchine inutili… dammi retta sono totalmente inutili. Io le guardo da un semplice punto di vista economico. Prendi quello che fa la Bmw… costa sui quarantamila euro. Vediamo uno perché dovrebbe comprarselo. Perché unisce due concetti di guida… quello su strada e quello enduro. Non è così… i suv nei fuori pista perdono tantissimo… anzi si comportano come una macchina normale su un qualunque terreno sconnesso. Allora vediamo… perché sono grandi… spaziose… ci metti dentro tutto. Non è vero nemmeno questo… la serie 5, cioè la station wagon è molto più spaziosa. Anche la serie 6 se è per questo e come prezzi più o meno ci siamo. Forse per la velocità… già potrebbe essere per questo. Invece metà della scuderia Bmw è più veloce… ora capisce perché sono un grande abbaglio i suv.
Il signore mi dice che posso scrivere che in passato lui è stato un rivenditore di automobili. Ma niente di più. Però lui continua a parlare e io a scrivere.
– Tutte le case… ora ho preso la Bmw come esempio. Ma la Mercedes è uguale. Vedevo questi uomini di affari entrare nella mia concessionaria e allo stesso prezzo sceglievano un suv invece di una bellissima macchinetta sportiva. Mio padre era un grande azionista e negli anni sessanta lui tornava a casa con la spider, mica con questi cassettoni americani. Forse sono solo cambiati i tempi… Ma le chiedo cos’è un suv? Non è niente …né un fuori strada, né una macchina… è un ibrido strano e poco utile. E poi è brutto… Slk ha una linea bellissima, ma questi qui… ripeto fossero almeno utili. Uno se li compra solo per il gusto estetico, ma non per altro. Così a me non va bene… anche io amo le macchine lussuose… ma mi farei una classe C… o una bella Porche d’epoca piuttosto che questi cosi.
Gli chiedo se conosce gli sforacchiatori e cosa ne pensa.
– Li conosco… secondo me sono dei figli di mignotta. Comunque quella roba costa e pure tanto… sa quanto viene a costare un treno di gomme per certe macchine? Bisogna chieder il mutuo. Però dico una cosa… certamente hanno trovato una piccola crepa della nostra società… quei suv non hanno nessun valore se non di tipo estetico. Ma anche qui avrei molto da ridire.

Altri racconti
in archivio

Sfoglia
MagO'