Chiedetelo ai pesci

di

Data

Il senso della vita? Chiedetelo ai pesci. Inutile domandarselo come bambini tutti sorrisi insieme ai buoni propositi per l’anno prossimo, lasciate agli altri gli oroscopi all’ultimo grido e i calendari cinesi.

Il senso della vita? Chiedetelo ai pesci. Inutile domandarselo come bambini tutti sorrisi insieme ai buoni propositi per l’anno prossimo, lasciate agli altri gli oroscopi all’ultimo grido e i calendari cinesi. Che fare se vostro marito è nato sotto il segno del maiale?
Provate a chiedere ai pesci dentro al vostro acquario.

Già perché nel Senso della vita (The meaning of life) di Monthy Python’s, i pesci sono consenzienti e, mentre passeggiano tra i flutti dell’acquario di un ristorante dove è appena entrato un obeso con la O maiuscola che si ingurgita di tutto, da dietro il loro vetro questa comitiva d’acqua dolce conversa come se fosse composta da essere umani.
Sarà un caso?

Se non siete ancora convinti o se non ci riuscite proprio a chiederlo ai pesci, c’è ancora qualcosa da fare. Un ultimo tentativo: provate a cambiare l’ultimo libro di Dan Brown che vi hanno fatto per Natale con questo DVD: un viaggio attraverso le varie fasi della vita raccontato come farebbero Stefano Benni o Angela Carter. Magari, dietro a impiegati che si trasformano in pirati, una famiglia cristiana troppo osservante, medici più simili a veline e macellai, potreste scorgere il vero significato della vita. Come nella strepitosa lezione di educazione sessuale, probabilmente una delle scene più paradossali e divertenti del cinema.

Altri racconti
in archivio

Sfoglia
MagO'