Bizzarre riflessioni sul romanzo “Misery” di Stephen King