Lorenzo Cioce: “Prima viene un piccolo verso, una frase, quasi un’illuminazione”